Quanto CBD c’è nella Cannabis Light?

Aprile 1, 2022

Il CBD, negli ultimi anni, ha avuto il merito di far conoscere le innumerevoli proprietà della cannabis ed i suoi molteplici benefici, ad una più larga fetta della popolazione . 

Con la crescente popolarità della cannabis però, non tutti coloro che la utilizzano conoscono bene la fisiologia della nostra pianta preferita, e quindi si è venuta a creare anche un po’  di confusione specialmente quando arriva il momento di scegliere la varietà da acquistare . 

Parlando della cannabis sativa legale, quella che non può contenere più dello 0,5% di THC come spiegato qui , molto spesso  il nuovo cliente sceglie in base alla percentuale di CBD indicata sulla confezione. 

Iniziamo con dire che in natura non esiste una pianta di cannabis ( a meno di eccezioni uniche ) che una volta seccata contenga più del 20% di CBD .

Cosa c’è scritto sulla confezione 

Spesso troviamo aziende che scrivono sulla confezione : 

CBD<30% , 

Cioè CBD < di un numero….. 

In questi casi vi consigliamo di diffidare o quantomeno chiedere di vedere i fogli di analisi e, comunque, farebbero forse meglio a non scrivere nulla perchè dire che la quantità di CBD è minore di ….. è come non scrivere nulla . 

In definitiva potrebbero scrivere CBD <90% ed almeno da un punto di vista matematico un fiore che avesse anche 1% di CBD rientrerebbe nella descrizione . 

Mm questa informazione lungi dall’ essere utile al consumatore anzi ….

Chiedetevi il perchè venga messa una informazione di questo tipo e non semplicemente un CBD : 8% !

Noi non siamo riusciti a darci una risposta logica, una volta analizzati i fiori si sa esattamente la percentuale di CBD contenuta  per quel lotto, tanto vale scrivere quel che risulta . 

Quanto CBD si può avere?

Ad oggi la ratio THC:CBD  massima nelle piante e pari a 1:30, quindi : per uno 0,5 % di THC potremo avere max un 15% 16% di CBD . 

Attenzione non tutte le varietà di cannabis legale sativa hanno 1:30 di ratio, questo è il max che troviamo in alcune varietà, la maggior parte hanno un rapporto inferiore . 

Alcune aziende commercializzano fiori ai quali aggiungono in un secondo tempo cristalli di CBD, per aumentare appunto la quantità di CBD , ma questo è un’altro discorso, generalmente questi prodotti sono conosciuti come  “MoonRock”  . 

Noi di 602 Natural Hemp siamo della scuola  degli estratti della pianta intera:  significa che preferiamo utilizzare tutte le sostanze che una intera pianta ci mette a disposizione, in termini di estrazione e concentrati.

Essendo “growers”, impieghiamo molto tempo nel cercare di far esprimere alla pianta tutto il suo potenziale, tra fenotipi e chimica. Tutti i componenti attivi sono importanti. 

Ma rispettiamo la pianta e la natura,  crediamo che un fiore ottenuto da una buona e paziente pratica agricola abbia tutto ciò di cui ci sia bisogno senza dover aggiungere altri cannabinoidi in cristalli . 

Come dovrei scegliere la mia Cannabis Light ? 

Fino adesso abbiamo spiegato che prodotti con scritte CBD<  e prodotti con, diciamo, più del 15/18% di CBD dovrebbero insospettirci, ma quindi a cosa dobbiamo fare attenzione quando decidiamo di   acquistare la cannabis legale ? 

Diciamo che una percentuale di CBD tra il 5% ed il 15 % ( non minore di , ma uguale a : ) è sicuramente più verosimile. 

Inoltre cercate di informarVi sulla azienda che produce,  se hanno analisi dei terreni che dimostrino che non sono presenti metalli pesanti, che non vengono usati prodotti chimici per abbattere il THC , che non vengono usati pesticidi e che l’azienda conduce una sana e naturale pratica agricola . 

Non dimenticate che come spiegato qui : Il CBD è importante… Ma lo sono anche i terpeni come spiegato qui !

Articoli correlati