Ma il CBD fa passare il dolore? Gli effetti antinalagesici e antinfiammatori del CBD

Novembre 2, 2022

Cosa può fare il CBD per il dolore?

Questa sostanza naturale estratta dalla pianta di Cannabis sativa, senza gli effetti psicotropi del suo “fratello” THC, può avere numerosi benefici nel trattamento del dolore, sia cronico che infiammatorio.

Grazie alle sue proprietà analgesiche e antinfiammatorie, che vedremo insieme, può essere un ottimo amico per tutti noi, contro artrite, dolori articolari e dolori cronici. 🤗

Inoltre, ricordiamo che non ha praticamente effetti collaterali e non crea dipendenza. Puoi utilizzarlo sotto diverse forme: il nostro CBD Oil Full Spectrum, ad esempio, può essere assunto con i tuoi piatti preferiti!

Cos’è il CBD?

Sì, il Cannabidiolo (CBD) deriva dalla pianta di Cannabis che coltiviamo con tanto amore e passione nella nostra Fattoria. 🌱

E sì, ripetiamolo ancora una volta: il CBD è legale! Non contiene THC, quindi non ha i classici effetti psicotropi che siamo portati a immaginare.

Quando parliamo di CBD parliamo in realtà di tantissime specie diverse, ognuna con i propri gusti e le proprie caratteristiche (scopri qui tutte le nostre varietà).

Il nostro sistema endocannabinoide naturale (ECS)

Il nostro corpo ha un proprio sistema endocannabinoide: i recettori dei cannabinoidi, che chiamiamo CB1 e CB2 si trovano prevalentemente nel sistema nervoso centrale e sono in gran parte responsabili della nostra percezione del dolore.

Noi produciamo automaticamente dei cannabinoidi endogeni, che funzionano “su richiesta”, ad esempio quando abbiamo un’infiammazione in corso. Ma produciamo anche degli enzimi che permettono di sintetizzare quelli esterni: incredibile quanto sia efficiente il nostro “sistema”, vero? 🙌

La funzione del nostro sistema endocannabinoide naturale è quella di tenere sotto controllo il nostro equilibrio fisiologico, agendo direttamente per rintrodurlo nel caso venisse alterato.

Il CBD non si lega di per sé ai recettori, ma ha degli effetti benefici perché stimola questo nostro sistema endocannabinoide naturale, funzionando come antianalgesico e antinfiammatorio.

CBD e dolore: le proprietà antianalgesiche e antinfiammatorie 🤕

Il CBD sta effettivamente emergendo come un promettente alleato per trattare il dolore: gli studi clinici finora condotti hanno dimostrato come abbia degli effetti antianalgesici e antinfiammatori

È importante ricordare che è idrofobo e lipofilo (questo significa che si scioglie nei grassi). La dissoluzione lo aiuta ad attraversare la barriera emato-encefalica e ad agire sul sistema nervoso centrale. 🧠

Diciamo che è tutta una questione di scienza.

Questo gli permette di esercitare la sua influenza antianalgesica, alleviando il dolore e la percezione del dolore grazie all’aumento di adenosina nel nostro cervello.

Ma ha anche un’importante influenza antinfiammatoria: può modulare la nostra risposta immunitaria agendo direttamente come antiossidante. Può ridurre l’infiammazione prevenendo la scarsità di microelementi come lo zinco e il selenio (che sono fondamentali per una risposta immunitaria equilibrata). 💪

Tra le tante condizioni specifiche che il CBD può alleviare ci sono:
  • Fibromialgia 
  • Sindrome del colon irritabile
  • Emicrania
  • Sclerosi Multipla
  • Dolore neuropatico
  • Osteoartrite
  • Artrite reumatoide
  • Attacchi epilettici
  • Infiammazioni.

Articoli correlati

Ricette con la Canapa Light

Ricette con la Canapa Light

Sfiziose, sfiziosissime... Li senti già i profumi? Non c'è mai limite alla fantasia (specialmente in cucina): ci sono mille e millemila...

leggi tutto